6 minuti di lettura

50 Statistiche di ordini e consegne di cibo online che ti lasceranno a bocca aperta

Avatar

Jordan Hollander in Prodotti alimentari e bevande

Ultimo aggiornamento Ottobre 05, 2023

descrizione dell’immagine

Nel mezzo di tutte le sfide che il settore dell’ospitalità ha dovuto affrontare nell’ultimo anno, un segmento del settore è in forte espansione: la consegna di cibo . Mentre le persone si rannicchiavano a casa, dopo essersi stancate di cuocere il pane a lievitazione naturale, si rivolgevano ai loro smartphone per ordinare cibo da consegnare o da asporto. Forse hai sentito parlare della crescita della consegna di cibo e degli ordini tramite dispositivi mobili (o forse l'hai sperimentato in prima persona), ma questo articolo ti offrirà uno sguardo completo su questa nuova entusiasmante frontiera dell'ospitalità. Pronti per essere stupiti? Facciamo un salto in 50 statistiche sorprendenti sugli ordini online e sulla consegna di cibo.

Quanto è grande il settore della consegna di cibo?

  1. Il settore della consegna di cibo a domicilio negli Stati Uniti ha triplicato le entrate negli ultimi cinque anni. Nel 2015, 66 milioni di americani hanno ordinato consegne di cibo per 8,7 miliardi di dollari; nel 2020 i ricavi della consegna di cibo hanno superato i 26 miliardi di dollari e 111 milioni di utenti.

  2. Il cielo è il limite! Il mercato statunitense della consegna di cibo non mostra segni di rallentamento. Si prevede che crescerà ulteriormente fino a raggiungere i 43 miliardi di dollari entro il 2025.

  3. A marzo 2020, il 38% dei consumatori americani aveva ordinato cibo tramite un'app di consegna cibo. A marzo 2021, il 47% degli americani aveva utilizzato un’app per la consegna di cibo, a dimostrazione di quanto in modo significativo la pandemia abbia influenzato il settore della consegna di cibo.

  4. La consegna del cibo è qui per restare; nel 2021, il 53% degli intervistati – e il 64% dei millennial – afferma che la consegna a domicilio e il cibo da asporto sono “essenziali per il loro modo di vivere”.

  5. In unostudio del novembre 2020 condotto dalla National Restaurant Association, il 66% degli intervistati ha affermato di aver ordinato cibo da asporto o con consegna a domicilio per cena nell'ultima settimana e il 47% degli intervistati ha affermato di aver ordinato cibo da asporto o con consegna a domicilio nello stesso periodo di tempo. .

  6. Quasi tutti ordinano cibo a domicilio negli Stati Uniti; Lo studio di Gloria Food ha rilevato che l'86% degli americani ha ordinato cibo a domicilio almeno una volta al mese.

  7. La pandemia ha avuto un ruolo importante nelle abitudini di ristorazione e di ordinazione dei clienti. Il 68% dei consumatori afferma che sarà più propenso a ordinare da asporto nel 2021 rispetto a prima della pandemia.

  8. Sebbene le società di consegna di cibo stiano registrando una crescita impressionante, molti clienti preferiscono ancora ordinare direttamente dai ristoranti. Entro la fine del 2021, si prevede che le entrate per la consegna dal ristorante al cliente raggiungeranno quasi 72 milioni di dollari, mentre le entrate per gli ordini di consegna di cibo tramite piattaforma raggiungeranno i 79 milioni di dollari.

  9. In tutti i dati demografici e le aree geografiche studiate, i consumatori statunitensi preferiscono ordinare il cibo a domicilio direttamente dal ristorante, quando hanno la possibilità di scegliere.

  10. I ristoranti si sono adattati rapidamente ai cambiamenti del settore dopo l’inizio della pandemia. L’81% dei ristoranti raffinati, il 78% dei locali per famiglie e il 77% dei ristoranti fast casual hanno aggiunto il servizio di asporto all’esterno delle proprie attività dopo marzo 2020. Quasi la metà dei ristoratori ha affermato di aver aggiunto opzioni di consegna del cibo.

Quali sono le più grandi aziende di consegna di cibo?

  1. Le app per la consegna di cibo e gli ordini online sono state alcune delle app scaricate più popolari nel 2020. UberEats e l'app McDonalds hanno registrato entrambe 82 milioni di download globali nel 2020 e DoorDash ha registrato 44 milioni di download. In confronto, Google Maps ha avuto 88 milioni di download, Tinder ha avuto 74 milioni di download e eBay ha avuto 51 milioni di download nel 2020.

  2. I fan della consegna di cibo non sono stati gli unici a divorare cose nel 2020. Dopo che i pesi massimi della consegna di cibo globale Just Eat e Takeaway.com si sono fusi in un accordo da 8,5 miliardi di dollari, il nuovo conglomerato Just Eat Takeaway ha acquisito un altro grande attore, Grubhub, per 7,3 miliardi di dollari.

  3. Non dimentichiamoci di un altro grande cambiamento nel mercato statunitense della consegna di cibo nel 2020: UberEats ha acquistato Postmates per 2,65 miliardi di dollari nel luglio 2020.

  4. Sebbene UberEats riduca dal 20 al 30% su ciascun ordine, l’azienda non è ancora redditizia. Quanto è inutile UberEats? Nel secondo trimestre del 2020, la società ha perso 232 milioni di dollari .

  5. Nel 2020, DoorDash ha battuto UberEats per la quota maggiore del mercato della consegna di cibo negli Stati Uniti. Entro la fine del 2020, DoorDash controllava il 45% del mercato della consegna di cibo, con UberEats al 22%, Grubhub al 18% e Postmates all'8%.

  6. Parliamo di una rapida ascesa al vertice! Nel 2015, la quota di DoorDash nel mercato statunitense della consegna di cibo era solo del 5%. Nel 2020 l’azienda ha conquistato una quota di mercato del 45% e quasi 3 miliardi di dollari di entrate.

  7. La quota di mercato della consegna di cibo varia notevolmente a seconda della città . Nel marzo 2021, a San Francisco, DoorDash rappresentava il 71% delle vendite di consegne di cibo a domicilio della città. A Miami, invece, UberEats è stato il player più importante, con una quota del 55%. E a Los Angeles, Postmates rappresentava il 32% delle vendite, mentre nella maggior parte delle altre città raggiungeva a malapena il 5%.

  8. Alla fine del 2020 UberEats era disponibile in circa 1.000 città . Nel 2021, l’azienda prevede di essere attiva in 6.000 città a livello globale.

  9. UberEats è la più grande piattaforma di consegna di cibo al mondo in termini di numero di utenti. A livello globale, 66 milioni di persone hanno utilizzato UberEats nel 2020. DoorDash è la piattaforma di consegna di cibo più popolare negli Stati Uniti, con circa 18 milioni di utenti.

  10. Gli utenti delle app per la consegna di cibo non sono particolarmente fedeli. Oltre il 40% degli utenti di UberEats, Grubhub e Postmates ha utilizzato DoorDash durante il primo trimestre del 2021.

Che ne dici di ordinare online direttamente dai ristoranti?

  1. Secondo il rapporto del terzo trimestre del 2020 della società di caffè, gli ordini effettuati tramite la loro app mobile rappresentano quasi un quarto di tutte le vendite nelle sedi Starbucks negli Stati Uniti.

  2. Domino's è un'altra catena che sta riscuotendo un enorme successo grazie alla sua app mobile; alla fine del 2020, gli ordini mobili rappresentano circa il 75% delle vendite di Domino.

  3. La maggior parte degli ordini online, circa il 60%, vengono effettuati tramite smartphone . Per questo motivo, è importante garantire che il sito web del tuo ristorante e il sistema di ordinazione online siano ottimizzati per i piccoli schermi!

  4. Con un aumento degli ordini effettuati online sia per la consegna che per il take-away, i ristoranti fast-service e fast casual come Burger King e Chipotle hanno designato “ corsie ” specifiche per un ritiro degli ordini più efficiente.

  5. Le pizzerie sono state pioniere nello spazio degli ordini online. Pizza Hut ha sperimentato per la prima volta gli ordini online nel 1994(!), per poi lanciare la prima app di ordinazione mobile del segmento nel 2009. Non permetteva solo ai clienti di ordinare le loro torte preferite; i clienti potevano anche giocare ai giochi in-app mentre aspettavano l'arrivo della consegna.

  6. Il 23% dei ristoranti afferma che i propri clienti sono più coinvolti con le loro offerte online ora rispetto al periodo pre-pandemia, dimostrando uno spostamento verso i canali di ordinazione digitali.

  7. In un recente studio condotto da Square, due terzi dei clienti affermano che preferirebbero ordinare il cibo tramite la piattaforma di ordinazione mobile del ristorante, piuttosto che tramite terzi. Di questo gruppo, il 61% ha affermato che la preferenza per l'ordinazione diretta era dovuta al desiderio di supportare il ristorante.

  8. I sistemi di ordinazione online possono aiutarti a testare le modifiche al menu molto più facilmente rispetto ai tradizionali menu cartacei. Alcune piattaforme di ordinazione digitale supportano test A/B come la modifica delle foto o i prezzi sui menu di alcuni clienti, ma non su altri, quindi puoi testare le idee prima di lanciarle ufficialmente.

Chi ordina, come ordina e cosa ordina?

  1. Molti clienti che effettuano consegne di cibo utilizzano per la prima volta le app di consegna di cibo. Uno studio su oltre 100.000 recensioni di app per la consegna di cibo ha menzionato frasi come “prima volta” il 36% più frequentemente nel 2020 rispetto al 2019.

  2. I Millennial e la Generazione Z spendono una parte significativa del loro stipendio nella consegna di cibo o nei ristoranti. Dopo la spesa, cenare fuori è la seconda categoria di spesa mensile più alta per entrambe le generazioni.

  3. Secondo uno studio della National Restaurant Association del 2020, i millennial sono la generazione del food delivery.Tre quarti degli intervistati millennial avevano ordinato cibo da asporto o consegna a domicilio la scorsa settimana.

  4. I Millennial, però, non sono l'unica generazione che ama il cibo da asporto. La National Restaurant Association ha rilevato che mentre solo il 41% dei baby boomer aveva ordinato la consegna la settimana scorsa durante il sondaggio di marzo 2020, tale numero è cresciuto fino al 60% quando lo stesso gruppo è stato intervistato nel novembre 2020.

  5. Salsiccia o peperoni? L' ordine medio di pizza effettuato online è superiore del 18% rispetto a quello degli amanti della pizza che hanno ordinato per telefono.

  6. Ma non è solo pizza; i ricavi derivanti dagli ordini online in generale sono superiori di circa il 23% rispetto a quelli degli ordini effettuati di persona.

  7. Nessun amore per l'umile cipolla! La richiesta speciale più popolare su UberEats nel 2020 è stata “niente cipolla”. I secondi classificati erano "salsa extra" e "senza pomodori".

  8. Il 35% dei clienti che effettuano consegne a domicilio e da asporto – e il 53% dei clienti Millennial – ha affermato che sarebbe più propenso a ordinare da un ristorante che offre bevande alcoliche da asporto.

  9. In uno studio del 2019 sui principali reclami relativi alla consegna di cibo, il 17% dei consumatori ha affermato che il cibo non è arrivato caldo o non fresco e il 16% ha affermato che il cibo è arrivato in ritardo.

  10. I clienti non sempre effettuano gli ordini mobile con pochi tocchi di un dito. Circa il 14% delle persone ha utilizzato assistenti vocali , come Siri e Alexa, per ordinare la consegna del cibo mentre guidavano.

  11. Google ha integrato le opzioni di consegna del cibo in Google Maps e negli elenchi di ricerca di Google per i ristoranti, rendendo ancora più semplice per i consumatori trovare ristoranti che offrono ordinazione e consegna tramite dispositivo mobile.

  12. Secondo un rapporto DoorDash del 2020, la festa della mamma, Capodanno e Halloween sono le festività più popolari per la consegna di cibo.

  13. La velocità è il nome del gioco. La finestra media di consegna del cibo è di circa 35 minuti, ma il 27% delle persone afferma che sarebbe disposto a pagare un extra affinché il cibo arrivi più velocemente.

  14. Nel 2017 il volume degli ordini di cibo fuori sede effettuati online ha superato quello degli ordini telefonici.

  15. Le patatine fritte sono state la voce di menu più popolare negli Stati Uniti su UberEats nel marzo 2020, mentre la cheesecake è stato il dessert più ordinato.

Cos'altro sta succedendo nel settore della consegna di cibo e degli ordini mobili?

  1. Uno studio del Wall Street Journal del maggio 2020 ha rilevato che di tutte le vendite di ristoranti fuori sede, il 53% erano ordini da asporto, il 38% erano ordini drive-thru e solo il 9% erano ordini di consegna.

  2. I programmi fedeltà possono essere un importante fattore di crescita dei ricavi nei ristoranti. Il 39% dei consumatori ha affermato che spenderebbe di più nei ristoranti che offrono una sorta di vantaggio fedeltà, ma solo il 62% dei ristoranti studiati disponeva di programmi fedeltà.

  3. Boh! Anche se sembrano le stanze di una casa stregata, le cucine fantasma si stanno rivelando una vera storia di successo. Entro la metà del 2020, gli Stati Uniti ospitavano oltre 1500 cucine fantasma , ovvero cucine commerciali che servono cibo ai clienti esclusivamente tramite consegna. Le cucine fantasma non sono sempre luoghi indipendenti; a volte i “ristoranti virtuali” affittano lo spazio cucina da hotel o ristoranti durante gli orari non lavorativi.

  4. Finché i clienti continueranno a utilizzare i servizi di consegna di cibo, le cucine fantasma non scompariranno presto. Euromonitor prevede che le cucine fantasma diventeranno un’industria da trilioni di dollari entro il 2030.

  5. Un sondaggio del 2019 ha rilevato che il 21% dei clienti che effettuano consegne di cibo a domicilio sospettava che un autista avesse preso parte del loro ordine di cibo e l'85% dei consumatori desiderava che i ristoranti utilizzassero imballaggi a prova di manomissione.

  6. Un numero sempre maggiore di consumatori desidera soluzioni contactless, come dimostrato in un sondaggio di fine 2020 che ha mostrato che le principali opzioni di pagamento dei consumatori erano le carte di credito contactless (43%) e le carte di debito contactless (39%). L'ordinazione digitale consente ai clienti del ristorante di pagare online ed evitare del tutto di pagare di persona.

  7. La tecnologia non offre solo maggiore comodità ai consumatori; Il 95% dei ristoratori afferma che la tecnologia li aiuta a gestire le proprie attività in modo più efficiente .

 

Quali statistiche ti hanno sorpreso di più? Poiché la tendenza della consegna di cibo e degli ordini online continua a crescere, ci sono sicuramente altre sorprese in serbo.

Immagine dell’autore
Jordan Hollander
CEO @ HotelTechReport Profilo linkedIn
Jordan is the co-founder of HotelTechReport, the hotel industry's app store where millions of professionals discover tech tools to transform their businesses. He was previously on the Global Partnerships team at Starwood Hotels & Resorts. Prior to his work with SPG, Jordan was Director of Business Development at MWT Hospitality and an equity analyst at Wells Capital Management. Jordan received his MBA from Northwestern’s Kellogg School of Management where he was a Zell Global Entrepreneurship Scholar and a Pritzker Group Venture Fellow.