5 minuti di lettura

Come attirare la generazione Z nel tuo hotel

Avatar

Jordan Hollander in Marketing

Ultimo aggiornamento Gennaio 26, 2022

descrizione dell’immagine

La maggior parte degli albergatori non usa Snapchat né sa cos'è TikTok. La generazione Z, tuttavia, si sta riversando sulla piattaforma in numero record. rendendola la la seconda app più scaricata al mondo a> del 2019.

TikTok è l'epitome di ciò che significa essere un Gen Zer. È anche un simbolo perfetto di come pochi manager del marketing alberghiero comprendano davvero questa fascia demografica. Pochi hotel stanno facendo uno sforzo per catturare l'attenzione di questa generazione più giovane – e questo atteggiamento sta recuperando terreno.  Coloro che comprendono questa nuova generazione di post-millennial sfruttano gli influencer del marketing e attingono a punti di passione come il cambiamento climatico per guidare il business.

La Generazione Z è già uno dei più grandi gruppi di consumatori, nonostante il fatto che alcuni i membri di questa fascia demografica hanno meno di 10 anni. Controllano 200 miliardi di dollari di spesa diretta. Nel frattempo, influenzano più di 600 miliardi di dollari di spesa dai loro genitori,” secondo uno rapporto di ricerca. Ci si aspetta che i membri della generazione Z rappresentino 40% di tutto acquisti dei consumatori entro la fine di quest'anno.

Si è tentati di applicare lo stesso approccio del marketing ai millennial alla Gen Z, ma questa strategia non ha vinto voi eventuali ospiti più giovani. Non sottovalutare questo gruppo: sì, sono esperti di tecnologia, ma sono anche ospiti attenti al budget e con una mentalità globale che desiderano essere presi sul serio. Non si tratta solo del prossimo social network più hot. Questi viaggiatori richiedono un ulteriore livello di personalizzazione, messaggistica autentica e molti punti di contatto digitali per semplificare il viaggio.

 

Generazione Z: chi sono? 

La generazione Z è generalmente considerata come quella con anni di nascita tra il 1995 e il 2015. Sono la generazione più giovane e molti di questi giovani sono ancora al liceo e al di sotto.  Sarebbe un errore confondere la Generazione Z con la Generazione Y, nota anche come Millennial. Sebbene questi gruppi possano condividere alcune caratteristiche, hanno prospettive, abitudini e atteggiamenti molto diversi che influiscono sulle loro decisioni di acquisto.

La Generazione Z è la prima generazione di “nativi digitali” una frase in voga che significa che questo gruppo è cresciuto completamente immerso in Internet attraverso piattaforme come Google in tenera età. Smartphone, touch screen e app sono stati la norma sin dalla nascita, a differenza della Gen Y, che può ricordare un tempo prima di Internet wireless. La Gen Z ha forti competenze tecnologiche, la capacità di multitasking e il desiderio di esperienze personalizzate e costruite su misura.

Ad alto livello, ecco di cosa si occupa questa generazione: 

  • Sono esigenti. I cinici dicono che i membri della Generazione Z hanno “otto secondi di attenzione.” Più precisamente, essendo cresciuto nell'era di Internet, questo gruppo è in grado di ordina e valuta enorme quantità di informazioni. Possono capire rapidamente quando vengono venduti e cosa meritano la loro attenzione.

  • Definiscono l'interazione personale in modo diverso. Nonostante la loro reputazione di trascorrere costantemente troppo tempo sui propri telefoni, la Generazione Z prende sul serio il tempo che passa in faccia. -for-generation-z">“74% della Gen Z preferirebbe connettersi con i colleghi faccia a faccia piuttosto che tramite altri formati. Ma ecco il trucco: la Generazione Z non è sinonimo di faccia a faccia con di persona” un CEO ha detto aFast Company. Per la Generazione Z, le conversazioni che avvengono sui social media o tramite SMS sono reali tanto quanto le conversazioni di persona. 

  • Sono i “ generazione sobria”. La Gen Z è cresciuta nel mondo post-11 settembre e post-recessione. Sono risparmiatori pragmatici che cercano il valore, piuttosto che il lusso. Sembrano essere definiti in modo diverso rispetto ai Millennial e lavorano duramente per evitare i “pigri” stereotipo. Questo è un gruppo che crede fortemente nella “diversità, uguaglianza, non discriminazione e riduzione della povertà.” 

Quando si tratta di viaggiare, la Generazione Z può condividere valori simili alla generazione Y – ma il modo in cui questo gruppo prenota un hotel, interagisce con una proprietà e si gode il soggiorno è molto diverso. 

 

Generazione Z vs. Generazione Y  e i Baby Boomer

Le generazioni precedenti come Gen Y e i Baby Boomer sono gli altri due maggiori gruppi di consumatori che gli albergatori devono conoscere. Gen Y, nota come Millennials, è nata tra 1980 - 1994; I boomer sono nati tra il 1944 e il 1964.

I boomer sono diventati maggiorenni durante un periodo di ottimismo del secondo dopoguerra. Questa generazione si rivolge ai media tradizionali come Facebook e pubblicità televisiva e cerca esperienze di viaggio decidendo la prima la destinazione. p>

I millennial, la Generazione Y, sono molto più vicini alla Generazione Z nelle loro abitudini di spesa. Si affidano alle piattaforme di social media più che ai media tradizionali per ottenere informazioni sui marchi: la Gen Y utilizza il proprio dispositivo mobile per la maggior parte delle cose, ma il 32% utilizza ancora un computer per completare un acquisto. "Come è ben documentato, molte delle scelte di vita, dei guadagni futuri e dell'ingresso nell'età adulta della generazione millenaria sono stati plasmati da questa recessione in un modo che potrebbe non essere il caso delle loro controparti più giovani", riporta Pew Research Center. a>

La tecnologia che i baby boomer ei millennial hanno dovuto adottare è stata parte integrante della Generazione Z. L'iPhone ha debuttato nel 2007 quando la Generazione Z più anziana aveva 10 anni; da allora, i social media, la connettività costante e i contenuti on-demand sono diventati la norma. Di conseguenza, si ritiene che la Generazione Z sia più brava nel multitasking, più informata sulla politica e sul mondo e abbia gusti più diversificati – Internet ha reso il mondo la loro ostrica. La Gen Z e i Boomers condividono l'amore per gli sconti; La Gen Z e la Gen Y condividono un livello di comfort nell'interazione con i brand sui social media. 

 

Gen Z Preferenze di viaggio

Questo tecnologicamente -savvy group si aspetta esperienze digitali di prossima generazione e desidera che il tuo hotel offra esperienze autentiche ed etiche che possono essere prenotate tramite uno smartphone.

La Generazione Z prende “mobile-first” al livello successivo. “Come per tutte le altre cose, la Gen Z si aspetta di essere in grado di gestire tutte le transazioni anticipate sul proprio telefono o tablet: dalla selezione della destinazione alla prenotazione di tutti i dettagli, inclusi voli, trasporto via terra, prenotazioni di alloggi e ristoranti. Vogliono essere in grado di porre domande online e ottenere risposte immediate mentre prendono le loro decisioni,” scrive VisionCritical. Per questo gruppo di viaggiatori, la possibilità di prenotare esperienze, camere, servizi accessori e messaggi di testo con la tua struttura dovrebbe essere un dato di fatto, piuttosto che un'eccezione.

Anche questa generazione è cresciuta viaggiando: l'agenzia di viaggi Contiki segnala che il il 79% della Gen Z ha ha viaggiato all'estero all'età di 15 anni. La loro esperienza di viaggio, combinata con i loro valori di diversità e inclusione, significa che questa generazione si considera parte di un “villaggio globale.” La Gen Z pianifica viaggi cheda la priorità all'esperienza prima del prezzo e questi viaggiatori hanno una mente aperta quando si tratta di cosa potrebbe essere quell'esperienza. Quando decidono di fare un viaggio, sono indecisi su dove vogliono andare; La Generazione Z si rivolge ai social media per trovare sia contenuti stimolanti che offerte di viaggio.

E, infine, questo gruppo viaggia con una coscienza. La Generazione Z è attratta da hotel e compagnie di viaggio che mostrano un impegno per sostenibilità e viaggi socialmente consapevoli. Questo gruppo è molto più etico delle generazioni precedenti; consumismo consapevole è più di una semplice parola d'ordine per la Generazione Z. La ricerca McKinsey ha rilevato che: 

  1. Il 70% degli intervistati del Gen Z cerca di acquistare da aziende considerano etico

  2. 80% ricorda almeno uno scandalo o controversia che coinvolge un'azienda

  3. il 65% cerca di apprendere il origini dei prodotti che acquistano

  4. L'80% rifiuta di acquistare da aziende coinvolte in uno scandalo

Gen Z faranno le loro ricerche e soggiorneranno in proprietà che pagano salari equi, si impegnano per la sostenibilità e restituiscono alla comunità locale. Questi sono aspetti importanti della loro esperienza di viaggio, non solo segni di spunta in un rapporto sulla sostenibilità aziendale. 

 

Suggerimenti per attirare Gen Z nel tuo hotel

Cosa significa tutto questo per il tuo hotel? La buona notizia è che non è necessario accumulare un seguito su TikTok per cercare di reclutare ospiti più giovani.

Detto questo, devi avere una forte presenza digitale. Un modo per creare un'impronta digitale è commercializzare esperienze locali attraverso annunci display e social media. Circa 1 viaggiatori di 3 Gen Z  riferisce che desiderano che la loro prossima vacanza sia un'avventura. Gli annunci display mostrano in modo attraente destinazioni, esperienze e viaggi sostenibili in un modo che consente ancora alla Generazione Z di “scoprire” qualcosa di autentico.

Unico, instagrammabile – sì, anche compatibile con TikTok – esperienze attireranno la folla della Gen Z. L'importanza delle esperienze gastronomiche è aumentata in modo significativo: la ricerca di mercato di McCrindle per Contiki ha rilevato che il 35% della Generazione Z dà la priorità alle esperienze alimentari. Oltre il 90% della Generazione Z ricerca dove mangiare prima di viaggiare.

Expedia riporta che offerte e immagini accattivanti hanno un impatto per oltre il 60% della Generazione Z che afferma che la pubblicità è influente. Sfrutta il fatto che la Generazione Z preferisce la spontaneità mettendo in evidenza alcuni dei tour locali e dei punti salienti dell'area nel sito web del tuo hotel. Un partner per la progettazione di siti Web di hotel come TravelClick può aiutarti a creare un sito Web che non sia solo mobile responsive, ma totalmente ottimizzato per i dispositivi mobili; questo significa che gli ospiti possono trovare rapidamente ciò di cui hanno bisogno senza dover navigare in complicati menu a discesa e immagini a caricamento lento. TravelClick ha anche un team di produzione multimediale interno in grado di supportare il tuo marchio con ottimi contenuti – contenuti che cattureranno l'attenzione di una Generazione Zer per più di otto secondi.

--

In conclusione: è tempo di trovare un partner di marketing che capisca come indirizzare il Ospite della Generazione Z nel percorso del cliente. Inizia subito a commercializzare questo gruppo di consumatori per superare la concorrenza poiché il loro potere d'acquisto continua ad aumentare nel prossimo decennio.